“Fé fö ed so bosc” recita così il claim (per dirla in inglese; l’assersiun, o il propuniment, per dirla in lingua piemontese) di questo periodico online lanciato a dicembre 2016. Fare fuoco con la propria legna, ovvero creare con i propri mezzi, fare da sé, esprimere se stessi attraverso la propria cultura e la propria lingua.

Rivista Savej cerca di fare proprio questo: divulgare la conoscenza dell’identità piemontese, raccontando.

Raccontando ogni settimana (viene pubblicato un nuovo articolo ogni mercoledì) frammenti di storia del Piemonte e dei piemontesi, narrando di vite avventurose, di menti ingegnose, di storie imprenditoriali come di progetti artistici e culturali, di episodi storici o molto contemporanei.

L’obiettivo è far sapere, divulgare, al limite incuriosire. Perché è proprio la curiosità a stimolare interesse e conoscenza e di conseguenza a consolidare il senso di appartenenza verso un territorio e la consapevolezza delle proprie origini.

Rivista Savej cerca quindi di parlare non solo a chi a questi temi è già interessato, ma anche a chi verso questi argomenti ha un interesse poco più (o poco meno) che latente, e lo fa con un taglio contemporaneo e il contributo di collaboratori diversi.

Fedele ai propri valori, Rivista Savej è disponibile anche in una versione cartacea arricchita e illustrata.

Torna ai progetti