Lucapeyron-per-newsletter

Torino capitale dell’Intelligenza Artificiale

Ho candidato Torino perché Torino riscoprisse di essere all’altezza. Noi piemontesi abbiamo sempre avuto bisogno di sfide.

Luca Peyron

Lo scorso settembre la città di Torino è stata scelta come sede dell’Istituto Italiano per l’Intelligenza Artificiale (I3A), una decisione che premia la crescita del Piemonte in questo settore e che è frutto della collaborazione di enti, imprese e associazioni del territorio. Un ruolo decisivo è stato quello di don Luca Peyron, direttore della Pastorale Universitaria della Diocesi di Torino e docente di Teologia dell’innovazione all’Università Cattolica di Milano, che ha lanciato e sostenuto la candidatura del capoluogo piemontese.

Torinese classe 1973, Peyron ha raccontato a Rivista Savej perché è nata la decisione di candidare Torino come sede del network che svilupperà progetti di portata internazionale in svariati settori, dalla robotica alla sanità, dalle digital humanities all’aerospazio. Impegnato dal 2019 nel coordinamento del Servizio per l’Apostolato Digitale, don Luca Peyron ci ha parlato inoltre di quanto i cambiamenti digitali ci abbiano trasformato, dell’importanza del coinvolgere i giovani nelle iniziative odierne, della necessità di risalire sempre alla fonte delle notizie che leggiamo e del ruolo tutto italiano di portatori di innovazione.

Le riflessioni di don Luca Peyron su innovazione e tecnologia questa settimana su Rivista Savej!