Scapà-da-ca-per-news-sito

Scapà da ca, il nuovo progetto della Fondazione Enrico Eandi

Custodi di storie

In anni di migrazioni continue, facilitate dalla semplicità odierna del viaggiare, il Piemonte ha colto il prezioso carico di nuove culture, modi d’uso e stili di vita portato da persone provenienti da ogni continente e ha saputo renderlo proprio affiancandolo alla tradizione. Allo stesso modo i piemontesi emigrati in ogni angolo di mondo in svariati periodi storici hanno arricchito paesi più o meno lontani portando con sé un po’ del grande patrimonio di queste terre.

Siamo convinti che ogni spostamento, ogni migrazione, ogni cambiamento possa portare arricchimento e confronto. Il nostro nuovo progetto, Scapà da ca, nasce con l’intento di creare una community di persone che diano sostegno, motivazione, spunti e determinazione per intraprendere esperienze di vita all’estero. Il punto di contatto? Il Piemonte, che sia luogo di partenza o di approdo.

Con il progetto Scapà da ca la Fondazione Enrico Eandi si pone nel ruolo di custode di storie di emigrati che, con le loro parole e le loro immagini diventano narratori e consiglieri, fornendo un valido aiuto a chi è in procinto di intraprendere i loro stessi passi verso una vita lontana dalle proprie origini.

La nostra mascotte, il paguro

Vi è mai capitato di raccogliere una conchiglia su una spiaggia e scoprire che all’interno è abitata da una piccola chela? Se sì, molto probabilmente avete conosciuto il paguro, un animale simpatico e curioso presente in oltre un milione di varietà in tutto il mondo. Questo comune crostaceo ha la caratteristica di cambiare la propria casa molte volte nella vita: dapprima per esigenze di spazio dovute alla crescita, poi semplicemente per trovare la conchiglia perfetta, quella che meglio si adatterà alla sua forma. Da vero rappresentante animale degli scapà da ca, il paguro è tenace e per raggiungere il suo obiettivo non si lascia scoraggiare né dalle distanze né dalle difficoltà. Proprio per le sue caratteristiche abbiamo scelto questo animale insolito come logo e mascotte del nostro progetto.

In fondo, un po’ come i paguri, anche noi umani siamo spesso alla ricerca del cambiamento. Per motivi professionali, economici, familiari o esistenziali crediamo di poter migliorare le nostre condizioni di vita abbandonando i luoghi in cui siamo cresciuti. Il rischio di fallire è alto e molti rinunciano in partenza, ma c’è chi, spinto dalla motivazione, ha davvero abbandonato tutto ed è emigrato più o meno lontano. Alcuni, felici e sicuri di aver fatto la scelta giusta, non tornerebbero indietro, altri guardano con nostalgia alla madrepatria e progettano di ritornare sui propri passi.

Con Scapà da ca vogliamo raccontare ognuna di queste storie, che siano a lieto fine o costellate da difficoltà e rinunce, divertenti o riflessive, semplici resoconti o dettagliate introspezioni. Come collezionisti di conchiglie le raccogliamo lasciando a voi le parole e le immagini per descrivere la vostra esperienza di “Scapà da ca”.

Per scoprire tutte le storie degli Scapà da ca visita il sito del progetto e i canali social Facebook e Instagram!