Immagine-per-sito

Padre Abbona, da Cuneo al Myanmar

Nato a Monchiero in provincia di Cuneo nel 1806, Paolo Abbona trascorse in realtà buona parte della sua vita come missionario in Birmania, l’odierno Myanmar.

Appartenente alla Congregazione degli Oblati di Maria Vergine, fu anche medico, astronomo e diplomatico grazie agli ottimi rapporti che seppe costruire con la corte birmana. A lui si deve inoltre l’apertura di quella che oggi è conosciuta come Strada di Bammò, una via di comunicazione che collega la Birmania con la Cina e il Tibet.

La storia di Padre Abbona “il più grande e il più birmano degli oblati torinesi”, questa settimana su Rivista Savej.