Orchestra-corino-hotel-fairmont

Michele Corino, una fisarmonica impazzita

Sono tanti i piemontesi che il secolo scorso scelsero di abbandonare la loro terra per andare in cerca di fortuna nel nuovo continente, così fece anche Michele Corino che con la sua fisarmonica partì da Castino, piccolo paese dell’Alta Langa, per arrivare a fare ballare l’America intera.

La sua è una storia di emigrazione un po’ particolare, Corino infatti, un’infanzia contadina alle spalle ma la musica nel sangue, aveva già riscosso un certo successo in Italia con l’Orchestra dell’EIAR, ma sarà l’America ad aprirgli nuovi orizzonti, a farlo diventare una celebrità al punto da fargli incontrare personaggi importanti quali Re Hussein e Richard Nixon.

La storia di un destino segnato dalla musica questa settimana su Rivista Savej.