Planetario-2-ridimens

Le prime astronome dell’Osservatorio di Torino

A 50 anni dallo sbarco sulla Luna rimane immutato il fascino dell’uomo verso l’universo. Deve essere la medesima fascinazione ad aver indotto alcune giovani donne a inizio Novecento a rivolgere i lori studi dai numeri alle stelle. Nel 1904 infatti viene registrata la prima collaboratrice stipendiata dell’Osservatorio astronomico di Torino: è Luisa Viriglio, figlia di uno dei massimi esponenti della rivista ‘L Birichin – Giornal Piemontéis. Laureatasi in Matematica nel 1904, la Viriglio sarà anche la prima donna a pubblicare a suo nome uno studio sulle posizioni apparenti delle stelle.

Con il trasferimento dell’Osservatorio da Palazzo Madama alla sede attuale di Pino Torinese avvenuta nel 1913, e a causa del concomitante scoppio della Prima guerra mondiale che decimerà i dipendenti del Planetario, saranno diverse le donne che si metteranno al servizio della scienza: Giovanna Greggi, Tiziana Comi, Jeanette Mangini, solo per citarne alcune.

Sono matematiche e pioniere coraggiose le donne che vi raccontiamo questa settimana su Rivista Savej!