Mostra-palazzo-reale-animali-fantastici

Le meraviglie del mondo…e degli abissi

Pesci enormi, squali, serpenti di mare, seppie nuotano nelle teche della Biblioteca Reale di Torino. Una foca monaca accoglie il visitatore al piano terra, un disegno impreciso di autore ignoto, uno dei più antichi a rappresentare questo animale.

E non ci sono solo i pesci, ma anche fiori, piante e tavole raffiguranti uccelli ricoperti di piume vere raccolte quattrocento anni fa.

Gli album esposti presso la Biblioteca Reale non sono che un parte della ben più ampia mostra dedicata alla collezione di Carlo Emanuele I di Savoia, salito al trono alla morte del duca Emanuele Filiberto e regnante fino al 1630. Ambizioso, colto, amante delle lettere, delle arti e delle scienze, il giovane Carlo Emanuele I si prodigò per un importante rinnovamento culturale ed artistico della città.

Ambizioso anche il primo ricchissimo nucleo delle raccolte di pittura, scultura e oggetti preziosi che da subito godettero di grande fama internazionale e che sono esposti oggi nella mostra “Le meraviglie del mondo. Le collezioni di Carlo Emanuele I di Savoia“.

Oltre 800 dipinti, 14.000 volumi conservati in armadi, ognuno dei quali dedicato a un aspetto del sapere, busti romani, gioielli, armature, arazzi, carte geografiche.

Aperta al pubblico da venerdì 16 dicembre a 2 domenica aprile, la mostra è ospitata al primo piano della Galleria Sabauda e in Biblioteca Reale.

Per approfondimenti sulla mostra e sulle attività correlate, consultate il sito dei Musei Reali di Torino.