Img-per-sito-2

La Somalia di Ugo Ferrandi

Capitano di lungo corso di origine novarese, Ugo Ferrandi ebbe un ruolo di primo piano nella politica espansionistica italiana in Africa. Compì infatti numerosi viaggi in Somalia ed Etiopia, lungo i fiumi Giuba e Omo, da cui ricavò un vasto corpo di osservazioni sulle popolazioni incontrate, ma non solo.

Queste missioni infatti avevano come scopo quello di stabilire rapporti pacifici con le popolazioni locali per favorire l’espansione coloniale degli interessi italiani, contrastando così la più aggressiva espansione britannica. Fu così che nel 1895 Ferrandi fondò l’emporio commerciale di Lugh, un importante punto nodale per gli scambi commerciali nell’Africa orientale. I metodi espansionistici italiani non furono però sempre pacifici, come testimoniano alcune spedizioni punitive organizzate da Ferrandi contro la tribù degli Agiuran.

La storia di Ugo Ferrandi, l’avventuriero e colonialista amico di Augusto Franzoj, questa settimana su Rivista Savej.