Copertina-prova-1-ridimens

La fantascienza (segreta) dei grandi autori piemontesi

Tre anni fa, esattamente il 19 febbraio 2016, ci lasciava Umberto Eco, figura poliedrica del panorama letterario piemontese (e non solo) e, tra le altre cose, grande romanziere e saggista. Forse non tutti sanno però che Eco nella sua sterminata attività letteraria ha trovato anche il tempo e il gusto di occuparsi di fantascienza: è del 1976 infatti l’insolito racconto Stelle e Stellette, in cui tra l’ironico e il grottesco, vengono raccontate le storie di un esercito spaziale dalle caratteristiche marcatamente sabaude.

Nonostante la fantascienza non fosse particolarmente sentita nel panorama letterario piemontese, furono diversi gli scrittori che vi si cimentarono, con una serie di racconti in bilico tra fantasia e realtà, nascondendosi talvolta sotto la maschera di uno pseudonimo poco noto. Per menzionarne uno su tutti: Primo Levi.

Rivista Savej vi accompagna così questa settimana in un’altra galassia, quella dell’immaginazione di tanti scrittori piemontesi che dipingendo mondi fantastici hanno cercato di raccontarci qualcosa di noi e del nostro presente.