Joseph-de-maistre-per-sito

Joseph de Maistre, l’ambasciatore che ispirò Tolstoj

De Maistre è lo scrittore, insieme a Poe, che mi ha insegnato a ragionare.

Charles Baudelaire

Così scriveva il famoso autore francese nel suo Fusées (1851). In Francia e in molti altri stati europei di Joseph de Maistre si ha una memoria duratura e una stima profonda sia come pensatore di fine Settecento sia come grande letterato. Eppure in Italia, a duecento anni dalla morte, Joseph de Maistre è ancora considerato un personaggio reazionario, troppo non allineato per essere ricordato.

Intellettuale controcorrente, considerato campione della Restaurazione, De Maistre fu per quattordici anni ambasciatore del Regno di Sardegna a San Pietroburgo. In pochi sanno che le sue opere e i suoi scritti ispirarono molti grandi scrittori dell’Ottocento, uno tra questi fu Lev Tolstoj. Nel suo Guerra e pace (1869) il grande romanziere russo subì l’influenza di De Maistre e in particolare della sua opera Les soirées de Saint-Pétersbourg, pubblicata postuma dal figlio Rodolphe nel 1821.

A partire dagli incipit analizziamo analogie e punti in comune delle due opere fornendo un punto di vista innovativo per un approccio di lettura controcorrente legato proprio alla suggestione della scrittura e del pensiero di Joseph de Maistre.

Joseph de Maistre, il pensatore reazionario, questa settimana su Rivista Savej!