Incisione-di-xavier-de-maistre-2-e1602664387591

Il viaggio in una stanza di Xavier de Maistre

Nel 1794, dopo aver partecipato a un duello non autorizzato con l’ufficiale Patono de Meyran, Xavier de Maistre è costretto a trascorrere 42 giorni agli arresti domiciliari nella cittadella di Torino. Per combattere l’infelicità e la noia, De Maistre inizia a scrivere una sorta di diario del proprio isolamento, pubblicato in un piccolo volume dal titolo Voyage autour de ma chambre.

Il titolo paròdia, significativamente, quello del primo viaggio di circumnavigazione di James Cook: Diario di un viaggio intorno al mondo, ed è il moderno manifesto rivoluzionario di un viaggiare svincolato dalle preoccupazioni e dalla fretta, entro i soli confini dell’intelligenza e della fantasia. I modi di vedere e sentire sono quanto mai attuali e ricordano quelli della quarantena appena vissuta.

L’opera di Xavier de Maistre, fratello del più noto Joseph, filosofo e politico, fu un successo editoriale, tanto da essere menzionata anche in una lettera del conte Carlo Vidua da New Orleans. Quest’opera “pienissima di spirito”, come ebbe a dire Carlo Vidua, è il pretesto per ripercorrere le origini della famiglia de Maistre, la quale nonostante il nome di origine francese, può a ben diritto essere annoverata tra le illustri famiglie piemontesi.

Un viaggio alla ricerca della felicità nelle piccole cose, questa settimana su Rivista Savej!