Sala-libri-pop-up_cover

Il MUSLI, un museo a misura di bambino

A Torino, in via Corte d’Appello, è possibile varcare una porta che consente di viaggiare indietro nel tempo. Il Museo della Scuola e del Libro per l’Infanzia (MUSLI) accoglie grandi e piccini all’interno di ambienti tematici dedicati all’istruzione e alla narrativa per l’infanzia. La sede è quella del maestoso Palazzo Barolo, uno dei più significativi e meglio conservati esempi di dimore nobiliari della Torino barocca aperte al pubblico.

Nelle sue sale è possibile seguire due itinerari di visita differenti: il “Percorso Scuola” che evidenzia le caratteristiche della realtà scolastica giornaliera di fine Ottocento e inizio Novecento e il “Percorso Libro” che consente la scoperta di molteplici aspetti della letteratura per l’infanzia con preziose edizioni e postazioni interattive. Nel primo è possibile calarsi nell’atmosfera di un’aula di fine Ottocento – realizzata seguendo le descrizioni contenute nel libro Cuore di De Amicis –, nella seconda si possono ammirare circa settanta lavori del periodo d’oro tra Liberty e Novecento nonché ogni tipologia di libro didattico mai realizzata.

Il MUSLI conserva un patrimonio ricco di fondi librari, documentari e iconografici che vanno a tratteggiare la storia della scuola e dell’editoria per ragazzi negli ultimi due secoli. Aperto nel 2002 grazie ai materiali donati da Marilena e Pompeo Vagliani, Palazzo Barolo ne conserva la biblioteca, oggi il cuore che alimenta il Centro Studi e il Museo con circa 20.000 libri scolastici e per l‘infanzia da fine Settecento a metà Novecento, provenienti da tutti i Paesi europei. Il patrimonio del MUSLI è inestimabile e al centro di una continua ricerca.

Visitiamo il Museo della Scuola e del Libro per l’Infanzia questa settimana su Rivista Savej!