Val-germanasca

I nomi tradizionali dei luoghi: un patrimonio salvaguardato dall’Atlante Toponomastico del Piemonte Montano

Immaginate in una splendida giornata di sole di organizzare una gita in Val Germanasca. Dopo aver attraversato Pomaretto, in occitano lou Poumaré, cercherete la strada che conduce alla borgata Cerisieri (lî Sireizìe). Chiedendo informazioni a un anziano abitante del luogo vi risponderà di prendere la strada che passa davanti a l’Eicolo Latino  e proseguire fino all’Abeouroou (l’abbeveratorio) che sarà il segnale del vostro prossimo arrivo a Cerisieri.

I luoghi identificati da un nome proprio tradizionale costituiscono una memoria toponomastica in via di sparizione.
Partendo da questa consapevolezza e con l’obiettivo di custodire e preservare la memoria del paesaggio montano e dei nomi che i nostri nonni davano al mondo che li circondava, è nato nel 1983 l’ATPM (Atlante Toponomastico del Piemonte Montano).

Rivista Savej vi accompagna alla scoperta di questo interessante progetto di ricerca dell’Università degli Studi di Torino e dell’importante ruolo di conservazione del patrimonio linguistico locale.