Trio-essegesse

Gli eroi della EsseGesse

Cowboys, Pellirossa, duelli all’ultimo sangue, malfamati saloon e taglie sulla testa di leggendari criminali, sono solo alcuni degli ingredienti del genere western che, esportato in Europa da Buffalo Bill con il suo Buffalo Bill Wild West Show (approdato anche a Torino nel 1906), ha influenzato profondamente l’immaginario collettivo degli anni Cinquanta del secolo scorso, gli anni d’oro del cinema hollywoodiano ambientato nel polveroso West che hanno visto la consacrazione di leggende della Settima Arte come John Wayne e Burt Lancaster.

Non fu da meno il mondo del fumetto, sono di quegli anni le famosissime strisce di Tex Willer, ma non solo. In Italia la fortuna di questo genere venne firmata da un trio di torinesi formato da Dario Guzzon, Pietro Sartoris e Giovanni Sinchetto, noto come ESSEGESSE, acronimo formato dalle iniziali dei loro tre cognomi. Dall’esordio sulle pagine della Gazzetta dei Piccoli con le avventure di Olenwald il Nibelungo, il trio torinese fece sognare intere generazioni con le sue ambientazioni western di profonda ispirazione salgariana, disegnando personaggi iconici come Kinowa e Blek Macigno, noto anche come Il grande Blek.

Torniamo bambini e andiamo alla conquista del selvaggio West questa settimana su Rivista Savej!