Copertina-donna-eredi-botta

Gli Eredi Botta e l’Anemoia

Dove faceva benzina la Regina Madre nella Torino degli anni Venti? Quante donne medico vi lavoravano? Quanti teatri e caffè concerto vi erano nella Torino che Flaubert aveva definito grigia e noiosa?

Anticipando l’idea di “Tuttocittà”, nel 1916 la tipografia Eredi Botta aveva stampato “Torino e i suoi dintorni“, un volume di trecento e ottantaquattro pagine che mischiando cenni storici e turistici offriva utili informazioni sulle attività, i professionisti, i teatri della Torino della Bella Époque.

Sfogliandone oggi le pagine ne emerge un ritratto insolito della Torino di quegli anni che Rivista Savej vi invita a scoprire per lasciarvi trasportare dalla nostalgia e dal fascino di un’epoca ormai perduta.