Copertina-medium-e1562058714138

Filippo de Filippi e l’evoluzione della specie

Il 24 novembre 1859 Charles Darwin pubblicò per la prima volta L’origine delle specie, opera cardine della storia scientifica, in cui il naturalista inglese spiegò la sua teoria dell’evoluzione. La prima traduzione italiana integrale venne pubblicata solo nel 1864, curata da Giovanni Canestrini e Leonardo Salimbeni per l’editore Zanichelli di Modena.

In quello stesso anno, esattamente la sera dell’11 gennaio, il naturalista Filippo de Filippi, tenne a Torino una conferenza celebre e assai criticata dal titolo L’uomo e le scimmie. Per la prima volta in Italia, vennero discusse pubblicamente le teorie darwiniane.

Uomo di scienza e di fede, De Filippi fu anche un esperto viaggiatore. Partecipò infatti nel 1862 ad una missione diplomatica in Persia che aveva tra i vari scopi quello di reperire bachi da seta ormai scarsi in Piemonte e in Lombardia. E fu proprio durante un viaggio che trovò la morte, nel 1867 ad Hong Kong, mentre era a bordo della “Magenta”, la prima nave italiana a tentare la circumnavigazione del globo.

La storia e l’evoluzione del pensiero scientifico di Filippo de Filippi questa settimana su Rivista Savej.