Violini

Felice Giardini, un violinista torinese a Londra

Tra i maggiori protagonisti italiani della scena musicale londinese nella metà del XVIII secolo spicca il nome di un torinese, Felice Giardini. Dopo aver iniziato la sua carriera come voce bianca nel coro del Duomo di Milano, Giardini divenuto un virtuoso del violino, si trasferì infatti a Londra nel 1751.

Qui dopo diversi e remunerativi incarichi privati, assunse il ruolo di primo violino e direttore d’orchestra dell’Opera Italiana al King’s Theatre. Noto prevalentemente per le sue sorprendenti capacità esecutive, Giardini divenne anche insegnante di canto del futuro re Giorgio IV.

Fu solo l’arrivo sulle scene londinesi dei prodigi tedeschi, tra cui Wihelm Cramer, a dettare una battuta d’arresto e il definitivo declino della sua brillante carriera.

Il talento di Felice Giardini, questa settimana su Rivista Savej.