3-ridimens

Eugenio Treves, una vita per la letteratura

La vita di Eugenio Treves può essere riassunta per sommi capi facendo riferimento a quello che rappresentò per lui il 1924. In quell’anno infatti a Treves venne chiesto di riprendere la sua collaborazione con il Giornalino della Domenica, fondò la rivista mensile illustrata Vercelli nobilissima e, come ex ufficiale che aveva combattuto durante la Grande Guerra, scrisse le epigrafi che avrebbero ornato un imponente monumento ai caduti inaugurato quello stesso anno dalla città di Vercelli.

Fu un uomo di cultura e uno scrittore prolifico, dedito soprattutto alla divulgazione dei grandi classici ai giovani e non ultimo, per molti anni, docente di Letteratura italiana. Solo le leggi razziali lo costrinsero ad interrompere la sua attività e, ingiustamente, a far rimuovere il suo nome dagli autori del Nuovissimo dizionario della lingua italiana del 1939.

Una vita dedicata alla letteratura sullo sfondo della città di Vercelli questa settimana su Rivista Savej!