Manzieri_poster-eurocon-2021-e1638347752294

Disegnare il Fantastico, Maurizio Manzieri

Esiste un prestigioso premio americano che riconosce ogni anno i migliori scrittori, fumettisti, artisti, illustratori e progettatori di videogames nel campo della fantascienza e del fantasy: si tratta del Premio Hugo, definito anche Oscar della fantascienza. Tra i candidati di quest’anno come “Miglior artista professionista” figura Maurizio Manzieri: napoletano di nascita ma torinese di fatto, è un artista digitale attivo sul mercato internazionale – soprattutto nell’editoria americana di science-fiction – da oltre trent’anni. La sua candidatura è il coronamento ad una vita dedicata al mondo artistico del Fantastico: ad oggi Manzieri è infatti l’unico italiano ad essere stato candidato al prestigioso premio.

Le visionarie illustrazioni di Manzieri sono caratterizzate da figure aliene o cyborg, spesso femminili, rappresentate su sfondi di paesaggi tecnologici o su astronavi dettagliate riflettono elementi vintage della fantascienza combinati ad ambientazioni futuristiche completamente nuove in cui immergersi. Il suo stile ha conquistato americani ed europei popolando le copertine di artisti del calibro di Clive Cussler, Terry Brooks, Ursula K. Le Guin e molti altri. Noi di Rivista Savej abbiamo intervistato Manzieri che si è raccontato parlandoci dei suoi primi approcci al mondo dell’illustrazione, delle sue ambizioni e dell’impegno impiegato per raggiungerle, dei primi faticosi successi, della transizione al digitale e di cosa si aspetta da questa importante candidatura. Le parole di un grande artista del momento questa settimana su Rivista Savej!